Progetti e ambiti di interesse del CSTG

Attività nell’ambito della Federazione Italiana delle Scuole ed Istituti di Gestalt-FISIG

Il CSTG il dr. Zerbetto è socio fondatore, con altri 8 istituti, della FISIG costituitasi nel 1989 con lo scopo statutario di  riunire le Scuole e gli Istituti che in Italia si occupano della Formazione Professionale per garantire una corretta Formazione in Psicoterapia della Gestalt; nel 1989 R. Zerbetto viene nominato a vice-presidente e membro della commissione per la didattica; nel 1991 coordina l’organizzazione del IV Congresso Internazionale  di Psicoterapia della Gestalt: Per una scienza dell’esperienza, a Siena per conto della Federazione Italiana delle Scuole e degli Istituti di Gestalt in collaborazione con l’Università degli studi di Siena, Istituto di Psicologia Generale e Clinica e Cattedra di Psichiatria  che viene pubblicato, nel 1993 (pagg. 645), da Edizioni Psicosomatica a cura di R. Zerbetto.

Il dr. Zerbetto promuove, coordina e legalmente rappresenta, per conto della FISIG, la convenzione con l’Istituto di Psicologia Generale e Clinica diretto inizialmente dal prof. S. Sirigatti e successivamente dal prof. Mario Reda per lo svolgimento di attività didattiche nella psicoterapia per 200 ore nel quadriennio. Il dr. Zerbetto ha svolto la funzione di presidente della FISIG nel biennio 1996-98.

Attività nell’ambito della European Association for Psychotherapy-EAP

La EAP rappresenta attualmente la maggiore organizzazione a livello europeo nel settore della psicoterapia contemplando la rappresentanza di 166 organizzazioni nel settore tra cui 36 associazioni nazionali e 19  associazioni europee in rappresentanza delle diversi indirizzi nella psicoterapia. Nell’ambito della stessa organizzazione il dr. Zerbetto ha svolto un ruolo significativo che può così riassumersi:

In rappresentanza dell’Italia è membro dello European Training Standards Committee-ETSC, un organismo promosso in seno alla EAP allo scopo di favorire la omogeneizzazione dei percorsi formaivi nella psicoterapia in Europa a tutela della professione ed in considerazione della grande disomogeneità attualmente registrabile a causa della mancanza di specifiche leggi in molti paesi europei. Tali lavori, che hanno investito la partecipazione di rappresentanti da oltre 20 paesi e altrettante organizzazioni di area nel corso di un triennio, ha portato alla stesura dello European Certificate for Psychotherapy.

– nell’ambito dello stesso Comitato-ETSC viene inoltre incaricato di coordinare i lavori del Scientific Validaion Sub-Committee, un sottocomitato istituito al fine di fornire indicazioni e criteri atti a valutare la ammissibilità dei diversi orientamenti nella psicoterapia.

– nel 1997 viene eletto presidente e organizza il VII Congresso annuale della EAP a Roma “Common Ground and Different Approaches in Psychotherapy” i cui atti sono pubblicati, a cura di R. Zerbetto con il titolo “Fondamenti comuni e diversità di approccio in psicoterapia” FrancoAngeli Ed. 2004.

Attività nell’ambito della Federazione Italiana delle Associazioni di Psicoterapia-FIAP

Nella qualità di rappresentante per l’Italia presso la EAP, il dr. Zerbetto si è adoperato affinché anche in Italia nascesse un organismo associativo in rappresentanza della professione analogamente a quanto già realizzatosi in altri paesi europei.

Tale iniziativa, denominata inizialmente EAP-Italia, ha raccolto a seguito di un biennio di intenso lavoro un crescente consenso sino a portare alla costituzione della Federazione-FIAP, di cui il dr. Zerbetto è presidente onorario, che raccoglie attualmente la grande maggioranza delle associazioni rappresentative delle diverse aree nella psicoterapia.

All’interno della stessa FIAP il dr. Zerbetto ha anche partecipato al gruppo di lavoro per la creazione del Registro dei Membri e della commissione sull’etica e deontologia professionale.

Attività inerenti l’approfondimento di tematiche inerenti il collegamento tra psicoterapia e scienze umane, ed in particolare la letteratura sul mito.

Il CSTG promuove, nel periodo 1999-2000, un ciclo di conferenze cittadine su I volti di Edipoincontri su psiche e scienze umane con il patrocinio dell’Università degli Studi di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filologia e la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Istituto di Psicologia Generale e Clinica in collaborazione con il Centro Studi di Terapia della Gestalt, la Associazione Antropologia e Mondo Antico, la Associazione Simbolo, Conoscenza e Società con la partecipazione di cultori della materia ed il cui calendario si allega. Tale iniziativa ha anche ricevuto il riconoscimento del Provveditorato agli studi come corso di aggiornamento per i docenti delle scuole medie superiori.

Attività nel campo della supervisione

Il dr. Zerbetto svolge da oltre un decennio regolare attività di supervisione clinica, nell’orientamento della Terapia della Gestalt, sia presso la sede di Milano, in collaborazione al didatta associato D. De Marinis, che di Siena, in collaborazione al didatta associato R. Raffagnino .

– dal 1991 al ‘94 ha coordinato la parte teorico-esperienziale del Corso triennale per Educatori di Comunità Terapeutiche di 900 ore per conto del Ministero degli Affari Sociali attraverso la Regione dell’Umbria e la USL del Trasimeno;

– nel periodo 1995-96 ha coordinato un programma di aggiornamento professionale e di supervisione per gli operatori dei Ser.T. della Regione dell’Umbria con cadenza mensile;

– grazie alle competenze nel campo della psichiatria e delle tossicodipendenze ha svolto anche attività di supervisione presso servizi di salute mentale (Cittiglio-Varese nel periodo 1995-97) servizi per le tossicodipendenze a Fabriano, Iesi (nel periodo 1995-96) e Reggio Emilia (nel periodo 1996-98) su tematiche inerenti situazioni di abuso di cocaina ed ecstasy;

– per conto del Dipartimento per le dipendenze di Reggio Emilia ha dato inoltre la sua supervisione per l’avvio del progetto nuove droghe-PND curando anche l’avvio del programma Yellow submarine destinato ad interventi di prevenzione e riduzione del danno per  consumatori di stimolanti e contattogeni. In tale contesto ha coordinato anche gli interventi in ambito scolastico con il progetto di prevenzione e sensibilizzazione alle nuove tematiche sul disagio intitolato: piaceredispiacere.

– ha anche svolto, nel periodo 1997-98, la funzione di supervisore per Mosaico, un gruppo di 4 cooperative di servizio sovvenzionate dal Comune di Roma per affrontare le problematiche collegate alle “nuove droghe” e alla prevenzione del danno nell’uso di contattogeni nelle discoteche. In tale ambito ha curato la stesura del contributo sulla supervisione nella pubblicazione dell’esperienza raccolta in corso di stampa. Nell’ambito dello stesso progetto ha anche svolto attività di formazione per gli operatori e di insegnamento in occasione di un corso di aggiornamento per operatori sullo stesso argomento.

Interventi nell’ambito della prevenzione e del Counselling scolastico

Coerentemente ad un impegno protrattosi per oltre un ventennio nell’ambito delle attività di prevenzione nella scuola il dr. Zerbetto ha promosso numerosi corsi di formazione per insegnanti  in qualità di esperto in problematiche adolescenziale e coordinatore del Comitato tecnico presso il Provveditorato agli studi di Siena per conto del quale, unitamente alla USL di Siena, ha condotto ricerche pubblicate come: Esperire: progetto di educazione alla salute e prevenzione dalle tossicodipendenze e Adolescenti oggi: stili di vita e fattori di rischio nella provincia di Siena.  A partire dal maggio 1995 ha partecipato, anche in quanto membro fondatore della Cooperativa di Servzi Socio Sanitari-COSS, alla organizzazione dei convegni annuali aventi per oggetto l’elaborazione delle strategie di intervento dei Centri di Informazione e Consulenza nella scuola o CIC. del primo congresso, tenutosi a Roma nel maggio 1995 su: Centri di Informazione e Consulenza nella Scuola ha curato la pubblicazione degli atti (Ed. COSS, Roma).

Partecipa quindi alla organizzazione del II congresso a Gizzeria (Catanzaro) nel maggio 1996 presentando un contributo e conducendo un corso intensivo di 20 ore su Principi di Counselling scolastico  e coordinando il Confronto con esperienze europee nel campo del disagio giovanile e dell’educazione alla salute; al III congresso a Roma nell’aprile 1997 presentando un contributo e conducendo un corso intensivo di 20 ore sul Counselling scolastico; al V congresso a Atri (Teramo) nel maggio 1998 presentando un contributo e conducendo un corso intensivo di 20 ore su Principi di Counselling scolastico; al VI congresso a Foggia nel dicembre 1997 presentando un contributo e conducendo un corso intensivo di 20 ore su Principi di Counselling scolastico: al VII congresso a Roma nell’aprile 1999 presentando un contributo e conducendo un corso intensivo di 20 ore su Counselling scolastico e fattori di rischio nell’adolescenza.

Partecipa inoltre al Primo Congresso nazionale della Associazione Italiana di Counselling (SICo) tenutosi a Roma nel 1999 nel quale presenta un relazione sul Counselling scolastico. Gli atti sono pubblicati da Il Veltro Ed. Roma.

Leonardo Project-Septimus: ricerca sulla formazione nella psicoterapia in Europa.

Il dr. Zerbetto fa parte di un progetto di ricerca finanziato dalla Commissione europea avente per fine la valutazione delle modalità formative nei diversi paesi d’Europa e lo studio di forme che consentano una maggiore omogeneità nelle procedure formative ed una maggiore standardizzazione nei criteri di abilitazione degli psicoterapeuti che svolgono, o si preparano a svolgere, questa professione. La ricerca è durata tre anni ed è in corso di pubblicazione come monografia della rivista International Jourmal of Psychotherapy.

In una seconda fase della ricerca, intitolata Septimus, Riccardo Zerbetto rappresenta l’Italia in un consorzio di otto paesi europei che, grazie ad un finanziamento europeo, sta sviluppando un programma di e-learning nella psicoterapia e nel counselling con la regia di Digby Tantam della Sheffield University.

Vai alla barra degli strumenti