Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

L’approccio gestaltico archetipico al sogno

13 Marzo 2018

Seminari teorico-esperienziali condotti da Riccardo Zerbetto con la partecipazione di Anna Poletto

Il dreamwork, o lavoro sul sogno, rappresenta sicuramente uno degli ambiti applicativi più originali dell’approccio gestaltico. Merito di Perls è di aver aggiunto alla dimensione del passato (approfondita da Freud) e del futuro (approfondita da Jung) la focalizzazione sul presente che facilita il raccordo con gli aspetti esistenziali che il soggetto sta vivendo, appunto, nella attuale fase della propria vita.

In sintesi possiamo dire che il lavoro sul sogno rappresenta un’utile opportunità di esplorazione del sé e delle sue modalità di contatto e di cambiamento, specie se utilizzato con un’attitudine di ascolto partecipe che favorisca la riappropriazione delle parti scisse, la presa di coscienza dei vissuti rimossi nonché l’apertura a quegli scenari immaginali che il pensiero anticipativo del sogno ci propone. Quando lavoriamo un sogno in Gestalt partiamo da questo punto, ma la strada che percorriamo non muove dall’interpretazione (che presuppone un soggetto-terapeuta che dà la sua lettura su un oggetto-cliente che è tenuto ad accoglierla), ma da un coinvolgimento più diretto e responsabile del cliente che è chiamato ad essere quanto più possibile soggetto dei suoi vissuti, anche se percepiti come estranei, assumendo, ad esempio, la parte del persecutore e non solamente della vittima con la quale, primariamente può identificarsi. Se il sognatore è scena, attore, suggeritore, regista, critico, autore e pubblico insieme, entriamo in questa consapevolezza e la viviamo. Invece di interpretare, ne facciamo oggetto di un percorso esperienziale.

Nella concezione isomorfica di Perls, per venire ai contenuti che il sogno ci propone, la dimensione biologica non può separarsi da quella psicologica e sociale dal momento che l’uomo, pur esaminato a diversi livelli, appartiene contemporaneamente ed ineluttabilmente a queste diverse dimensioni. Di qui, conseguentemente, la dimensione olistica spesso invocata nella concezione della Gestalt. Il processo della guarigione, in questa prospettiva, non si configura unicamente come operazione che si gioca nella relazione tra paziente e terapeuta. Implica una funzione mediativa di quest’ultimo nei confronti del sistema simbolico nel quale il paziente cerca di ri-configurarsi. Ineludibile, in questa prospettiva, l’accostamento della prospettiva gestaltica a quella junghiana e hillmaniana che, pur distanti in apparenza, esplorano in modo elettivo le potenzialità del Sé nell’interagire con una dimensione immaginale e mitopoietica che è parte costitutiva del nostro esistere

Segue una sintesi di tematiche che verranno affrontate in occasione dei due cicli annuali  che prevedono 20 incontri con cadenza quindicinale che si terranno il lunedì con orari alternati (dalle 20 alle 22,30 o dalle 17,30 alle 20) presso la sede del CSTG in Via Mercadante n.8. Gli incontri prevedono una prima parte con presentazione del tema con lavoro esperienziale sul sogno di uno (o più) paretcipanti seguiti da una elaborazione sul materiale emerso e sul rispecchiamento delle dinamiche gruppali ad esse collegate

Riccardo Zerbetto è psichiatra e psicoterapeuta ordinario-supervisorericonosciuto dalla Federazione Italiana delle Scuole e Istituti di Gestalt.  Già presidente della European Association for Psychotherapy (EAP), della FISIG e socio onorario della Federazione Italiana delle Associazioni di Psicoterapia (FIAP). Promuove da anni seminari intesnsivi su Sogno, mito e archetipi anche in collaborazione con Giorgio antonelli e Primo Lorenzi. Ha pubblicato, sul tema, L’approccio gestaltico al sogno in Il sogno crocevia di mondi a cura di Angela Peduto e Giorgio Antonelli. Editore Alpes, Roma, 2014, Gestalt archetipiche e l’Approccio gestaltico-archetipico al sogno rispettiva mente sul n. 2 e 3 della rivista Monografie in Gestalt tra scienza ed arte

Anna Poletto è psicologa, psicoterapeuta della Gestalt, e ipnoterapeuta. Didatta associato Cstg Milano. Ha maturato la sua esperienza professionale presso centri ospedalieri, di formazione professionale e consultori. Collabora da anni come psicoterapeuta con studi medico-specialistici di Milano e hinterland. Un elemento distintivo del suo metodo di lavoro è l’analisi e la drammatizzazione dei sogni in terapia, anche mediante l’ipnosi.

SCARICA LA LOCANDINA

Dettagli

Data:
13 Marzo 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:

Luogo

Milano
Via Cadamosto, 6
Milano, Italy 20124 Italia
Telefono:
02 29408785

Organizzatore

CSTG
Sito web:
www.cstg.it

Dettagli

Data:
13 Marzo 2018
Categoria Evento:
Tag Evento:

Luogo

Milano
Via Cadamosto, 6
Milano, Italy 20124 Italia
Telefono:
02 29408785

Organizzatore

CSTG
Sito web:
www.cstg.it