Fatti della vita

Purtroppo una grave perdita ha colpito Elena Vlacos, psicoterapeuta della Gestalt specializzata nella nostra scuola e preziosa collaboratrice di molte iniziative della scuola. Vogliamo ricordare la scomparsa di suo padre con alcune parole da lei scritte che con grande affetto e commozione condividiamo tutti insieme.

 

“Ciao papà, oggi ci siamo tutti qui, a ricordarti, c’è chi ti ricorda come un gran professionista nel tuo lavoro, e io non solo ti ricordo così ma ti ricordo anche come il mio papà. Una persona solare e giocherellona, seria precisa e rigorosa verso le regole con valori molto forti rispetto alla famiglia all’amicizia alla sincerità e all’onesta. Non è certo facile vivere oggi con questi valori, ma è ciò che tu mi hai lasciato ed io desidero custodire come dei tesori. sei stato un marito molto solido e legato alla mamma, una figura di riferimento per me e Andrea, un amico di gran compagnia per i tuoi amici.

Mi hai fatto scoprire l’amore per le cose belle, la libertà, la musica, la natura,  il mare,  lo sport e il tempo in compagnia degli amici e della famiglia, sarebbero tanti gli aneddoti da raccontare, e me li porto tutti nel cuore, come tutti gli insegnamenti che mi hai lasciato. Oggi per noi è un grande dolore perderti, perché desideravo tanto che ti godessi il tempo libero in pensione, spensierato, con tutta la tua famiglia.  È stato sicuramente così, fino all’ultimo siamo stati insieme molto vicini e molto presenti e così lo saremo ancora, ricordando questa giornata per sempre, portandoti nel nostro cuore.

Mi voglio ricordare di te con il sorriso, Infatti avrei voluto sentire una delle tue canzoni di Paolo Conte, o di Enzo Iannacci, Questa mattina qui per accompagnare questa celebrazione.

Hai vissuto una vita piena, hai avuto tutto quello che desideravi; la malaltia è stata una prova Molto dura e tu come sempre hai dimostrato di essere forte, e di lottare, avendoci sempre qui, vicini a te”.

 

Vorrei ringraziare i presenti che sono venuti a darti un ultimo saluto, chiedendo loro di non dimenticarti, perché le persone continuano a vivere nella memoria di chi li ricorda. Molti amici non sono potuti venire, gli amici quelli che vivono lontani, ma sono sicuramente qui oggi con il loro pensiero, a riscaldare questa giornata un po’ fredda.

 

Ti voglio bene papà.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.